Parcheggio biciclette in silos interrato

postato in: furto biciclette | 0

Alla ricerca di un parcheggio biciclette in città. Potrebbe essere il titolo di un libro, o meglio, di un romanzo d’avventura. La realtà che ci offrono le nostre città, ma anche i piccoli comuni privi spesso di semplici rastrelliere, il “minimo sindacale”, è spesso deprimente.

In Giappone invece…

In Giappone pare che abbiano ben più attenzione e progettino soluzioni per il parcheggio, quindi per la sicurezza della bicicletta, in modo strutturale, concependo ed implementando anche parcheggi per biciclette in silos interrati e completamente automatizzati. Parcheggio biciclette in silos interrato anche per bici elettriche

Come mostra questo video in cui la bicicletta è avviata nel silos-bicycle-parking dal proprietario, all’ingresso, in superficie, quindi viene presa in consegna da un sistema robotizzato che la parcheggia all’interno del silos.

Un’azienda affermatasi in questo tipo di soluzioni è la giapponese Giken Seisakusho Co. i cui impianti sono peraltro anche antisismici, avendo essa come mercato principale di riferimento quello domestico.

Parcheggio biciclette in silos interrato anche per biciclette elettriche

Non si potrebbe allora realizzare questo tipo di soluzioni perlomeno nelle nostre grandi città, per esempio integrandole organicamente con le stazioni dei treni, con le stazioni della metropolitana, meglio se già in fase costruttiva, con quindi importanti economie complessive di cantiere?

Si ripagherebbe in quanto tempo un parcheggio biciclette in silos interrato?

Con un prezzo per esempio di 1,50 € per tutta la giornata (ndr. al prezzo di 1,50 € al giorno si parcheggia invece così la bici alla stazione di Padova) ed immaginando una capacità di stoccaggio di 400 bici, che venisse saturata anche solamente per il 50%, al lordo dei costi di gestione un impianto di questo tipo si potrebbe ripagare in meno di 10 anni, secondo una stima che abbiamo chiesto a progettisti specializzati nella realizzazione di magazzini automatici di tipo industriale.

Insomma Milano, Roma, ma anche Napoli, Torino, Bologna, Brescia, e tutte le altre: hello ?!? Anzi…  こんにちは ?!?