Agevolazioni acquisto bici pieghevoli in treno

postato in: bici e treno | 0

Bonus per chi acquista una bici pieghevole, anche nel caso che si tratti di bici elettrica, sottoscrivendo l’abbonamento “Bici in Treno”.

Succede nel Lazio dove la giunta della Regione ha approvato in via definitiva la delibera riguardante la agevolazioni tariffarie per coloro che usano il treno e che comprende  un bonus in termini di contributo pubblico per l’acquisto di bici pieghevoli riservato a coloro che sceglieranno un abbonamento annuale.

Dotazione regionale e importi di bonus concessi per le bici pieghevoli

L’importo stanziato dalla Regione lazio è di 400.000 euro ed il bonus è pari a 150 euro per l’acquisto di una bici pieghevole, anche nel caso di bicicletta elettrica a pedalata assistita, inoltre la delibera regionale prevede anche la copertura del 50% del costo per l’abbonamento “Bici in treno”, che si traduce nel pagare l’abbonamento 60 € anziché 120 €. ROCKETBIKING - bici elettrica MINI BIKE NERA pieghevole

Gli approfondimenti con i dettagli, tra questi l’osservazione approvata, e che nasce dal lavoro della Commissione  Ambiente regionale, nonché la delibera riguardante gli sconti, a questo link.

Tra i vari provvedimenti decisi dalla Regione Lazio ci sono infatti anche altre misure quali lo sconto del 30% sugli abbonamenti per tutti i cittadini che dimostrano di avere un reddito ISEE che sia  inferiore a 25.000 € annui e anche un ulteriore sconto del 20% per coloro che hanno un reddito ISEE  inferiore ai 10.000 € annui oppure determinati requisiti (vedesi delibera).

A queste riduzioni si aggiunge un altro sconto del 10% per l’acquisto di un secondo abbonamento nello stesso nucleo familiare, del 20% per il terzo e del 30 sul quarto.ROCKETBIKING - Bonus per bici pieghevoli elettriche comprese per chi va in treno

E il resto d’Italia?

Insomma, complimenti alla regione Lazio! Gli sforzi di tanti comitati e associazioni di cittadini, pendolari e ciclisti, ed anche da parte di FIAB e Legambiente c’è un grande impegno che gli va riconosciuto ma la situazione in Italia è purtroppo a “macchia di leopardo” poiché oggi la responsabilità dei trasporti  è delegata alle regioni.

Vero anche che se ci fosse una la sensibilità sul piano nazionale… A proposito, ma il Ministro Del Rio non è un ciclista praticante e convinto?

Vendita bici elettriche ROCKETBIKING